martedì 2 aprile 2013

Come sopravvivere felici alle festività pasquali

Chi di voi non è uscito malconcio e con qualche chilo in più da questa breve, ma, purtroppo, intensa parentesi pasquale, alzi la mano e si faccia avanti, poiché sicuramente siamo tutti curiosi di conoscere i segreti per sopravvivere alle esperienze che ti 'segnano' la vita. E la Pasqua, come del resto il Natale, rientra senza ombra di dubbio in questa categoria, almeno dal punto di vista gastronomico...
Premesso che quasi l'intera gamma delle pietanze pasquali non incontra i miei gusti, capirete bene che, almeno nel mio caso, il danno si aggiunge alla beffa: la bilancia segna un chilo in più (e mi è andata di lusso!), ma il mio palato è rimasto del tutto insoddisfatto.
Cosa fare, allora, per riacquistare la linea, ma, soprattutto, il buonumore dopo lo tsunami pasquale?
Innanzitutto, smistate prontamente e senza alcun ripensamento o debolezza tutti gli avanzi dei pranzi festaioli: i destinatari possono essere parenti, amici, ma anche conoscenti che magari hanno cani o gatti di bocca buona, purché, naturalmente, siate sicuri di non offendere la loro sensibilità. 
In secondo luogo, uscite senza indugio a fare una spesa a base esclusivamente di frutta, verdura, legumi e cereali e depuratevi con cibi di origine vegetale per almeno una settimana.
Vi suggerisco di abolire anche il latte, concedendovi semmai uno yogurt a colazione o a merenda.
Mi sembra superfluo consigliarvi di rifuggire drasticamente da uova, ovetti e conigli di cioccolata, che attenterebbero senza possibilità di appello alla vostra linea e alla levigatezza della pelle del vostro viso (mi riferisco agli odiosi brufoli!).
A tutto ciò aggiungete ogni giorno un'ora buona di jogging o camminata veloce o altra attività fisica e il gioco è fatto: vi assicuro risultati più che soddisfacenti già nelle prime due settimane.
E se... e se, invece, di tutto 'sto supplizio, cedessimo alle lusinghe delle uova di cioccolata? Sicuramente il nostro umore andrebbe a picco e la bilancia fuggirebbe alla nostra vista, ma, per lo meno, il nostro palato avrebbe la sua rivalsa mega, iper, super-goduriosa!



6 commenti:

  1. Meno male che non ho di questi problemi. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Marta! Allora ci sono anche persone che sopravvivono egregiamente a Pasqua, Natale & co...

      Elimina
  2. Ciao Silvana!!!! Eccomi qui a ricambiare prontamente la tua visita.......che bella scoperta il tuo blog!!!!
    Brava, coraggiosa, ottimista, pratica......mi piaci!!
    Naturalmente.........nuova follower!!!
    A prestissimo!!!
    Claudia - Gli eventi di Claudia -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta, Claudia! Il piacere è tutto mio!

      Elimina
  3. Ciao Silvana, è vero, ora è tempo di rigenerarsi. Io che sono intollerante al lattosio.....lo devo fare per forza!
    Cioccolata, burro, mascarpone, panna, besciamella....
    La mia pancia sembra un pallone! Pazienza...ogni Pasqua e Natale si può fare!
    Buona serata
    NIves

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, tesoro! Allora, dai, mettiamoci al lavoro! Un abbraccio.

      Elimina