martedì 9 aprile 2013

Avete mai pensato di andare a vivere all'estero? Dove?

Quella di trasferirsi all'estero è un'affermazione che sempre più spesso è dato sentire da gente di ogni ceto ed età. Il motivo è sicuramente da ritrovarsi nel malcontento generalizzato nei confronti dei servizi pubblici, della burocrazia, ma, in particolare, della cosiddetta 'casta politica' che spadroneggia nel nostro paese.
Siamo tutti così amareggiati ed arrabbiati che la scelta più logica ci sembra quella di abbandonare tutto e ricominciare daccapo altrove. Naturalmente, nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di propositi alimentati dalle emozioni, piuttosto che dal raziocinio e, dunque, propositi destinati a rimanere tali, mere scappatoie mentali in cui ci rifugiamo per dare voce al nostro disagio e al nostro risentimento.
Eppure, io sono una di quelle che è ricorsa ripetutamente a questa affermazione con la seria intenzione di metterla in atto, e non perché fossi insoddisfatta del mio paese, ma piuttosto perché, da buona Gemelli amante dei viaggi, mi innamoravo perdutamente di tutti i luoghi che visitavo, trovando in ciascuno di loro colori, odori, cibi, gente o un altro particolare che sicuramente non avrei più incontrato altrove.
I due paesi che maggiormente mi hanno rapito sono stati la Danimarca e la Spagna. 'Possibile?', direte voi, visto che si tratta di due realtà praticamente agli antipodi. Sì, lo ribadisco: Danimarca e Spagna. Probabilmente, nella loro profonda diversità, mi attirano per il fatto di compensarsi a vicenda, soddisfacendo ampiamente tutte le prerogative che il mio luogo ideale dovrebbe possedere: la Danimarca mi è piaciuta per la impareggiabile cordialità della gente, per la gioia di vivere che traspare dal loro viso, per l'ordine e l'efficienza; la Spagna l'ho apprezzata per il clima temperato, per l'idioma travolgente, per le bellezze naturali ed artistiche.
Eppure, alla fine, sono rimasta qui, come tutti, forse perché sono ancora alla ricerca di un posto che sia in grado, nel bene e nel male, di eguagliare il mio Bel Paese!



7 commenti:

  1. Francamente, non ho mai pensato di andare a vivere all'estero. Ci sarei andata forse anni fa, se mi fosse capitato di passarci un periodo per motivi di studio o anche di lavoro, ma solo temporaneamente. Non ho mai pensato a un trasferimento definitivo, anche se riconosco che il confronto con altre abitudini e altri modi di vita è molto stimolante.
    A parte questo, carissima Silvana, sono qui a complimentarmi con te per la bellezza di questo blog!!! Sei sempre stata piena di grinta, ma ora hai superato te stessa. Garbo, competenza e vivacità rendono questo tuo spazio davvero piacevolissimo!!!
    Ti mando un grande abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, carissima Annamaria. Queste parole, dette da te, sono davvero un grande onore. Un bacio.

      Elimina
  2. Ciao:)
    Ho vussuto per un po di tempo in Francia...ma non sono mai stata veramente bene come qui a casa mia e nella mia città...una città che non e certamente una metropoli ma che ti dona una possibilità di vita bellissima:):)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non sono la sola che, gira gira, propende sempre per l'Italia!
      A proposito! Dove vivi?

      Elimina
  3. Ciao Silvana!!! Hai scritto un post bellissimo ed io mi ci ritrovo tanto......sarà perché anch'io sono una Gemelli????
    Ho pensato tante volte a trasferirmi all'estero......non ho legami, sono una Gemelli, ho sempre voglia e bisogno di rimettermi in gioco......ma poi......ma poi resto, sarà perché probabilmente non ho abbastanza coraggio per fare questo salto nel buio da sola.....sarà che probabilmente anche se non ho figli ed un compagno ho la mia famiglia d'origine e tanti amici da cui non voglio allontanarmi.......ma a volte penso che se avessi qualcuno che mi accompagnasse in questa avventura potrei prenderla seriamente in considerazione.......
    Ma nell'attesa che questa persona arrivi.........resto!!
    A prestissimo!!
    Claudia - Gli eventi di Claudia -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se questa persona, invece di attenderla, la trovassi andandotene in giro per il mondo?
      Un abbraccio e a presto!

      Elimina
  4. Cara Silvana, sono tornata da poco dall'Australia, dove vive e lavora mio figlio. Non trovo parole per descrivere quanto ho visto e vissuto. Ogni cosa è "immensa", in tutti i sensi! Dall'incredibile natura alle persone....dagli stili di vita alla tolleranza e alle regole.....dai controsensi agli stimoli...
    Potrei descrivere per ore di biodiversità impensabili, di forze e profondità straodinarie....di culture, volti, cibi, professioni...
    Ma non sono tornata cambiata! Amo il mio Bel Paese...nonostante tutto!
    Un grande abbraccio
    Nives

    RispondiElimina